Italiano

„Se si ride tanto, Dio non ci prende“

 

Misha ha solo nove anni quando la cirrosi del suo fegato e gli effetti della conseguente malnutrizione ne rendono improrogabile il trapianto. Nonostante la giovane età, il ragazzo ha già visto in faccia alla morte varie volte. È abituato alle continue preoccupazioni della sua famiglia, ai lunghi soggiorni negli ospedali in vari paesi europei e alle condizioni di vita molto limitanti.

 

Ma Misha ha acquisito una spiritualità tutta sua e un particolare approccio alle grandi questioni di vita e di morte. Il suo interesse verso il mondo, candido e positivo, contraddice l’imagine di un bambino sofferente e svela tratti di un’anima cosciente e piena di esperienza.

 

Durante i mesi prima e dopo l’intervento, il padre del bambino lo segue da un’intima vicinanza, creando un ritratto poetico e pieno di speranza.

 

Un documentario di: Georg Manuel Zeller
Montaggio: Marzia Mete
Sound design: Stefano Bernardi

con:

Misha Hagen Zeller
Lola Celeste Zeller
Katia Assuntini
Georg Manuel Zeller

Prodotto da: Georg Zeller
in collaborazione con: Same same Factory

Grading: Martin Rattini

Assistente Montaggio: Ylenia Busolli

32’40“

colore, HD

©2016 Italy

 

 

Nota del regista

Quando ho saputo che mio figlio avrebbe presto ricevuto un fegato nuovo, era naturale filmare alcuni momenti della nostra preparazione a questa grande avventura. Solo molto tempo dopo ebbi il coraggio di rivedere quelle riprese e fui molto sorpreso di scoprire che non raccontavano di sangue e sofferenza ma di come affrontare le incertezze della vita. Allora decisi di condividere questa storia, creandone un piccolo documentario.

 

Per il pubblico curioso: Misha ha la fibrosi cistica, una malattia genetica degenerante per la quale al momento non esistono cure, si possono solo trattarne i sintomi in modo da prolungare l’aspettativa vitale.

 

 

BIO/FILMOGRAFIA GEORG ZELLER

 

Georg Zeller è nato a Stuttgart/Germania nel 1973. Dopo aver studiato alla Scuola di Cinema Zelig di Bolzano e alla Hochschule der Künste/Berlino, lavora come filmmaker e cameraman in Italia e Europa.